giovedì 10 maggio 2012

La mia casa sono io




Sentirsi a casa
un sentimento legato ad un posto fisico oppure un'intima sensazione di conforto
immutabile ovunque ci si trovi.
Casa, quel rifugio, grande o piccolo che sia, dove ci sentiamo al sicuro.

Una terra nella quale affondare le radici della speranza.
Dei muri ai quali appendere fantasie e sogni dorati,
Un tetto che possa proteggere dal dolore,
Finestre sorridenti al sole, di giorno,
amicanti spicchi luminosi sotto la luna,
La porta sempre aperta all'amore,
La tavola imbandita, spesso, con cibo semplice e risate,
Poltrone indiscrete, colme di confidenze,
Bagni profumati e stanchi di ascoltare voci stonate,
Letto che culla nuvole di tenerezza e sussulti di passione,
Balconi fioriti accarezzati dalla brezza,
Giardini con prati smeraldini e fontane sussurrate.
E, sopra, in alto, un arcobaleno splendente.
Quell'angolo d’universo che appartiene a te,
dal quale nessuno ti può mandare via.
Nel mio cuore, io, sono a casa.

Sicilia 10 maggio 2012






8 commenti:

  1. E' evidente il tuo benessere...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gianna, il benessere parte da dentro, bisogna prendersi cura della casa dell'anima per stare bene e non è necessariamente un luogo fisico che offre questa sensazione.
      Un bacione, buona giornata.

      Elimina
  2. Ciao Soledoro complimenti per la bella poesia,
    la casa migliore sta dentro di noi
    ciao buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tiziano, ben detto così,
      grazie della visita e buona giornata a te.

      Elimina
  3. CIAO SOLEDORO BELLISSIMA QUESTA POESIA, OLTRE AD ESPRIMERE IL CONCETTO DI ALCOVA IN CUI CI SENTIAMO AL SICURO,VA OLTRE DIVENTA QUASI PARTE DI NOI...UMANA, CON SENTIMENTI... MI SON PIACIUTI GLI AGGETTIVI, POLTRONE INDISCRETE, BAGNI PROFUMATI STANCHI, BALCONI FIORITI , LETTO CHE CULLA, ABBIAMO BISOGNO DI TUTTI QUESTI PUNTI DI RIFERIMENTO, CI FANNO STAR BENE DANDOCI SICUREZZA.) GRAZIE E COMPLIMENTI BACIONI ROSA A PRESTO.))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosa,
      di sicuro una combinazione felice è auspicabile, il conforto fisico accresce quello interiore.
      Mi piace come ogni volta metti in relazione le parole con l'immagine, e cogli esattamente il senso di quello che volevo trasmettere.
      Un bacione , grazie a te, buona serata.

      Elimina
  4. Ciao Gabry,
    questa poesia meriterebbe un saggio critico, tanto è bella, e se avessi il tempo lo scriverei, perché difficilmente ho letto qualcosa di più garbato e originale sul tema "casa". Il rischio di scrivere banalità o baggianate è molto alto, invece tu sei riuscita ad evitare i luoghi comuni.
    Tutto della tua lirica convince, ma ho apprezzato in particolare questo passaggio: "Dei muri su di quale appendere fantasie e sogni dorati"; e quest'altro: "Finestre sorridenti al sole / di giorno, ammiccanti spicchi luminosi sotto la luna..."
    Il finale è veramente encomiabile "Nel mio cuore, io, mi sento a casa" per esprimere il fatto di star bene con te stessa, avendo la coscienza a posto ed un'armonia interiore che ti consente d'integrarti tranquillamente con l'ambiente esterno, qualunque esso sia.
    Complimenti!

    RispondiElimina
  5. Ciao Nigel,
    il tuo giudizio mi porta sempre in alto, sullo "splendente arcobaleno".
    Per me ha un grande valore perché sei un amico, ma anche un poeta.
    Mi piace molto quello che dici anche sul finale, sei entrato nel mio pensiero, nella mia emozione e hai descritto il punto più importante, stare bene con noi
    stessi che ci porta libertà e piacere di vivere.
    Ti ringrazio e ti auguro serena giornata di sole.

    RispondiElimina

Se ti ho fatto sognare...mi farebbe piacere saperlo.

Soledoro

Soledoro